Editoria sostenibile

Per la giornata mondiale dedicata alla preservazione delle risorse del nostro mondo parliamo dell’editoria sostenibile che ci dà il buon esempio

Ogni settore commerciale ha le sue criticità se lo si osserva in un’ottica sostenibile, anche quello del libro. Sono tante le domande che il mondo dell’editoria si pone per portare in alto nella scala dei valori quello dell’ecologia. Prima fra tutte la presunta battaglia tra ebook e cartaceo, dove entrambi posseggono un impatto ambientale considerando il ciclo di vita di un libro nel suo complesso.

Un modo per affrontare l’argomento potrebbe essere proprio quello di ispirarsi a realtà editoriali e progetti che hanno fatto della sostenibilità un punto fermo, aprendo la strada verso un futuro consapevole, che faccia di questa giornata una costante per lavorare, il più possibile, verso una salvaguardia delle nostre risorse.

Sassi Junior

Casa editrice per bambini dedicata all’ecologia sia per quanto riguarda i materiali utilizzati sia per i contenuti trattati spesso volti a una sensibilizzazione dei più giovani. I prodotti della Sassi infatti posseggono la certificazione FSC garante della qualità della filiera legno-carta prodotta nel rispetto dell’ambiente.

Pequeño Editor

Una piccola casa editrice in Argentina nel 2010 ha lanciato un progetto interamente biodegradabile per gli appassionati dei libri. Una storia per bambini di 36 pagine fatta interamente di carta ecologica e inchiostro biodegradabile con all’interno inseriti dei semi di Jacaranda così da poter piantare il libro una volta terminata la lettura. Il motto dell’iniziativa: “per fare un libro ci vuole un albero ma, da oggi, anche per fare un albero può bastare un libro.

Mendel edizioni

La Mendel edizioni è un progetto editoriale studiato durante l’inizio della pandemia. L’obiettivo è quello di creare un’economia del libro “aperta, sostenibile e inclusiva“. Per fare ciò si vogliono appoggiare a un metodo di lavoro sperimentale dove la realtà editoriale lavorerà su una piattaforma virtuale aperta adottando un sistema di meta-distribuzione in grado di diminuire il numero delle rese.

Sarà sempre più importante inserire l’elemento della sostenibilità nelle filiere produttive, ma per fare in modo che ciò accada il cambiamento può partire da ogni cacciatore di libri approcciandosi all’acquisto in maniera più consapevole e privilegiando anche lo scambio e il prestito grazie a biblioteche o piattaforme come acciobooks.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: