Il primo Libro non si scorda mai

The Ickabog

Sono nota per avere pochissima memoria almeno per quanto riguarda l’80% della mia vita. Sono la ragazza dei foglietti. Possibilmente sparsi ovunque; che poi non trovo e quindi è come se non mi fossi segnata nulla. Le agende fioccano, e la mia poca memoria diventa una perfetta scusante per gli acquisti compulsivi e la naturale propensione verso tutto quello che è fatto di carta. Questa propensione però almeno giustifica il motivo per cui io, quel restante 20% di vita costituito dai libri che leggo, non me lo dimentichi mai. Rimane stampato nel mio cervello tanto che, probabilmente, finisce con il togliere spazio ad altre informazioni fondamentali come per esempio quotidianamente dove ho messo cellulare, chiavi di casa e occhiali da vista.

Ho un’inquietante memoria storica per i titoli e i contenuti dei libri che leggo, ma in particolare penso che la memorizzazione sia direttamente proporzionale al coinvolgimento emotivo sperimentato. Per questo, anche per coloro che non sono geneticamente programmati per una memoria così selettiva (fidatevi, non è un super potere… anzi), esistono quei libri che nel momento in cui si riprendono in mano è come tornare a casa. Quei primi volumi consumati febbrilmente fino alle luci dell’alba.

Il primo libro non si scorda mai, che sia stato letto a 6, 12, 20 anni, il primo romanzo divorato non si dimentica. Rimane impresso come un tatuaggio. Ricordo molti di libri così, ma se dovessi tornare indietro nel tempo non potrei mai scordarmi i mattoncini gialli percorsi da Dorothy, il ranocchio Eugenio di capelli di strega fagioli magici e alito di drago e naturalmente le scale a cui piace cambiare di Hogwarts.

Ha dilagato pochi giorni fa la notizia che la Rowling pubblicherà una nuova favola a puntate, fino al 10 luglio, per tenere compagnia ai bambini (e non solo) di tutto il mondo durante questo strano e complesso periodo intitolata The Ickabog. Magari, nel futuro, per qualcuno, sarà proprio questa la storia che diventerà il primo grande amore.

_Giulia_

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: